Passa ai contenuti principali

ISLANDA 2015! Si riprende il "cammino"...

... dopo una gran bella notte ristoratrice ai piedi dell'Eyjafjallajökull.
La mattina ci siamo di nuovo ritrovati con nuvole e pioggia leggera, ma a noi non importa niente, il viaggio va avanti con o senza pioggia.

Oggi ci aspetta una bella giornata fatta di cascate e aerei abbandonati: andremo a Seljalandsfoss, Skogafoss, Sòlheimasandur (nonchè la spiaggia dell'aereo abbandonato) e Dyrholaey.

Questa è una delle tappe più faticose che stiamo per affrontare: un milione di cose da vedere in poco tempo, anche perchè alla fine della giornata ci aspetta una nuova e fantastica escursione, ma questa è oggetto del prossimo post!!!

Quindi in marcia verso la nostra prima tappa!









In lontananza finalmente iniziamo a vedere la prima cascata. Una delle cose belle di questo posto è il sentierello che gira intorno a Seljalandsfoss. A causa delle tante persone e del poco tempo purtroppo il nostro giro lì intorno non è possibile, ci siamo solo fermati ad ammirarla dalla parte frontale.












Il viaggio riprende dopo una breve sosta e per fortuna il sole fa capolino proprio quando arriviamo a Skogafoss: una delle cascate più belle che si possono vedere in Islanda.






















A pochissima distanza da Skogafoss e dopo pochi chilometri di sterrato, passiamo da un paesaggio verde con cascate meravigliose ad una zona costiera completamente deserta, con vento fortissimo e nuvoloni neri: questa è la spiaggia di Solheimasandur. L'Islanda è anche questo, in cinque minuti di strada il paesaggio cambia ed in cinque minuti di tempo anche la situazione meteo cambia, ma poco importa ci aspetta l'aereo caduto.








Che freddo oh! Ma quello che abbiamo trovato nella zona dei resti dell'aereo è stato niente in confronto a quello che ci siamo ritrovati a Dyrholaey: freddo, vento fortissimo che spostava anche me e chi mi conosce sa che spostarmi è un po' complicato... ehehehehehe!!! Nel 2009 la scogliere me l'ero persa, ma questa volta non ho potuto non andarci, per cui via con le foto e mi godo questo fantastico posto!












Abbiamo ancora tanti chilometri da fare oggi, ma mi fermo qui per ora e vi lascio con quest'ultimo scatto: diciamo che per la strada non mancano cascatelle, corsi d'acqua e pareti rocciose e vulcaniche... questa è l'Islanda!!!





Alla prossima puntata......

Commenti

  1. ohhhhhh ci sono anche iooooo! belle foto Davideee!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Giorgia

Lo scorso 8 aprile ho partecipato all'ultimo workshop di ritratto utilizzando i flash a slitta staccati dalla macchina fotografica. Questa volta ho avuto il piacere di scattare alcune foto a Giorgia. Come nel caso di Natalia, devo dire che anche lei è stata parecchio paziente, simpatica e ci ha anche aiutato in alcuni casi, almeno nella parte che riguardava le pose da tenere. Anche questa è stata una gran bella esperienza e spero vivamente che la sua bellezza renda con le mie foto, perchè se non ci sono riuscito è tutta colpa mia, perchè credetemi che lei è realmente bella.


Ancona - La Grotta Azzurra

Ciao a tutti amici bloggers e non!!!

Come promesso nello scorso post, oggi vi riporto nella mia Ancona: in fondo per me Ancona è sempre Ancona, è la mia casa, per cui ogni tanto interrompo il mio viaggio fotografico con un po' di scatti della mia città!!! 

Questo è un giro fotografico partito dal Parco del Cardeto, di cui altre volte vi ho intrattenuto per cui non vi romperò più di tanto questa volta.

La Grotta Azzurra è una zona costiera che si trova proprio ai piedi del Parco del Cardeto ed è caratterizzata anche questa dalle grotte. In realtà tutta la zona del Passetto di Ancona è l'habitat di queste grotte. Originariamente costruite dai pescatori, ma poi sono diventate vere e proprie residenze estive degli anconetani!!!

Ma bando alle ciance e via con gli scatti!!!!!





























Still life

Prima del workshop a cui ho partecipato lo scorso sabato, lo still life per me era una tecnica che richiedeva sicuramente tanta pazienza e tanto tempo, ma non pensavo che ci fosse dietro tantissimo lavoro in più. Oltre allo scatto c'è tutta la fase di post produzione che è un momento molto importante. Io personalmente ho ripreso 4 scatti di quelli in cui io ci ho messo anche un piccolo click e l'ho post prodotti con i miei soliti metodi, ma con qualche spunto in più grazie a Francesco, nostro insegnante.
Spero vi piacciano.




Lo scatto che vedete proprio qui sopra me lo sono creato io, seguendo un po' quello che la mia testa mi diceva, in fondo si dovevano fare prove e così ho fatto!

Di seguito vedrete gli scatti fatti praticamente tutti insieme: in ogni scatto c'è un pezzo di noi (associati al fotoclub effeunopuntouno) e del nostro workshop...