Passa ai contenuti principali

ISLANDA 2015! Si riprende il "cammino"...

... dopo una gran bella notte ristoratrice ai piedi dell'Eyjafjallajökull.
La mattina ci siamo di nuovo ritrovati con nuvole e pioggia leggera, ma a noi non importa niente, il viaggio va avanti con o senza pioggia.

Oggi ci aspetta una bella giornata fatta di cascate e aerei abbandonati: andremo a Seljalandsfoss, Skogafoss, Sòlheimasandur (nonchè la spiaggia dell'aereo abbandonato) e Dyrholaey.

Questa è una delle tappe più faticose che stiamo per affrontare: un milione di cose da vedere in poco tempo, anche perchè alla fine della giornata ci aspetta una nuova e fantastica escursione, ma questa è oggetto del prossimo post!!!

Quindi in marcia verso la nostra prima tappa!









In lontananza finalmente iniziamo a vedere la prima cascata. Una delle cose belle di questo posto è il sentierello che gira intorno a Seljalandsfoss. A causa delle tante persone e del poco tempo purtroppo il nostro giro lì intorno non è possibile, ci siamo solo fermati ad ammirarla dalla parte frontale.












Il viaggio riprende dopo una breve sosta e per fortuna il sole fa capolino proprio quando arriviamo a Skogafoss: una delle cascate più belle che si possono vedere in Islanda.






















A pochissima distanza da Skogafoss e dopo pochi chilometri di sterrato, passiamo da un paesaggio verde con cascate meravigliose ad una zona costiera completamente deserta, con vento fortissimo e nuvoloni neri: questa è la spiaggia di Solheimasandur. L'Islanda è anche questo, in cinque minuti di strada il paesaggio cambia ed in cinque minuti di tempo anche la situazione meteo cambia, ma poco importa ci aspetta l'aereo caduto.








Che freddo oh! Ma quello che abbiamo trovato nella zona dei resti dell'aereo è stato niente in confronto a quello che ci siamo ritrovati a Dyrholaey: freddo, vento fortissimo che spostava anche me e chi mi conosce sa che spostarmi è un po' complicato... ehehehehehe!!! Nel 2009 la scogliere me l'ero persa, ma questa volta non ho potuto non andarci, per cui via con le foto e mi godo questo fantastico posto!












Abbiamo ancora tanti chilometri da fare oggi, ma mi fermo qui per ora e vi lascio con quest'ultimo scatto: diciamo che per la strada non mancano cascatelle, corsi d'acqua e pareti rocciose e vulcaniche... questa è l'Islanda!!!





Alla prossima puntata......

Commenti

  1. ohhhhhh ci sono anche iooooo! belle foto Davideee!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

07 - Film "Fotografici" - Il Trono di Spade

Beh che dire di questa serie TV?
Basata sul libro di George R. R. Martin (A song of ice and fire), la serie TV tratta della storia di battaglie, intrighi, violenze, sopraffazioni e sotterfugi; racconta la storia di un Trono ambito da molti, ma difficile da conquistare.
Racconta la storia di diverse famiglie e di diverse strade intraprese per conquista il Trono.
Racconta la dura vita dei "Corvi della Barriera", paladini che tengono a freno i Bruti (e non solo) che si trovano all'estremo Nord della loro terra.

Ma non è solo la storia quella che emoziona e colpisce; la fotografia è qualcosa di fantastico: dai suoi campi lunghi e corti, dalle inquadrature dei maestosi monti, delle pianure, del mare, del deserto fino a restringere il campo nei primi piani dei protagonisti di questa storia.
Vi lascio con il Trailer in Italiano della prima stagione, ma per chi non lo avesse ancora visto in questo weekend si è conclusa la seconda!!!
Buona visione a tutti!!!



La mia prima mostra personale

Come avete letto nello scorso post, mi sono buttato in una nuova esperienza: allestire una mostra personale. Non avevo mai pensato che ne avrei fatta una, ma l'occasione è arrivata e grazie a due amici sono riuscito a mostrare per la prima volta alcune mie immagini (che avete già visto su queste pagine). All'inizio non sapevo proprio cosa proporre, visto che di foto ne ho un sacco, ma guardando il posto è stato piuttosto facile decidere l'Islanda.


E' stata un'esperienza fantastica: mi è stata data un'altra possibilità di raccontare la bellezza di questa meravigliosa terra. Mi sono divertito a raccontare ogni scatto che ho mostrato e sono stato felice di vedere le persone coinvolte nel mio racconto. Questo post vuole essere un ringraziamento a tutti quelli che sono intervenuti ed anche una condivisione per chi, in un modo o nell'altro, non sono riusciti ad esserci.





























Le foto che ho condiviso sono state scattate da chi è passato nei

Effeunofest 2017 - Il rumore della fotografia

Lo scorso fine settimana a Pianello Vallesina, nell'incantevole cornice di Villa Salvati, si è tenuto il tanto atteso Effeunofest.