Passa ai contenuti principali

Post

Abbazia di Sassovivo

Un altro luogo fuori dal tempo è l'Abbazia di Sassovivo. Si trova a pochissimi km da Rasiglia ed è un posto immerso nel silenzio e nella pace. Al nostro arrivo non c'era nessuno ed appena entrati sentivamo solo il canto dei monaci. In realtà ci siamo domandati se era registrato, ma comunque anche questo ha fatto parte della magia di quel luogo.

Post recenti

Rasiglia

Ormai Rasiglia è diventata una meta per moltissime persone. Si trova in Umbria ed è un piccolo gioiello con corsi d'acqua che passano per tutto il centro del piccolissimo paese.

Navelli ... e 2

Dallo scorso anno è cambiato poco qui a Navelli; quello che è cambiato è il mio modo approcciarmi a questo posto: sono passato da visioni piuttosto ampie a piccoli particolari che mi hanno dato una sensazione di abbandono, ma di speranza. La situazione è sempre la stessa, pochissime per persone per i suoi vicoli, ma un accenno di vita quando, passando per i vicoli, si sentivano in lontananza le voci vivaci dei ragazzi delle scuole medie: non li vedevi, ma li sentivi!

Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio è stato una scoperta bellissima: un paese che ha subito quel terribile terremoto nel 2009 e vuole tornare alla normalità, con tantissime difficoltà, ma gli abitanti ci provano!

Visione alternativa...

... di uno dei luoghi più belli dei nostri appennini centrali. Rocca Calascio è uno dei luoghi più ambiti dai fotografi e in alcuni periodo dell'anno c'è più gente lassù che in spiaggia nei giorni di sole.
Solitamente siamo abituati a vedere la Rocca più o meno in questo modo, sicuramente è il mio modo di viverla...

Una mattina particolare

E' passato ormai un mese dalla nevicata che ha colpito la mia città, Ancona. Sono stati giorni di freddo intenso, ma allo stesso tempo tutto si è calmato e la quiete ha preso il sopravvento sul caos giornaliero.


Milano

E' sempre molto difficile poter introdurre un post come quello di oggi: per me è un momento di riflessione fotografica. In questi ultimi mesi ho avuto modo di conoscere persone nuove nel mondo della fotografia ed ho trovato tante situazioni diverse rispetto al passato. In fondo io ho sempre preso la mia macchina fotografica e me ne sono andato in giro, per lo più da solo: mai avrei pensato di conoscere un altro aspetto della fotografia, magari quella fotografia più personale, più "ragionata", più creativa e che segue il mio istinto.

Un po' per gioco...

... ma alla fine non proprio un gioco.

I grandi maestri - 100 anni di fotografia Leica a ROMA

In questi ultimi tempi ho lasciato un po' da parte gli scatti e mi sono dedicato alla visione di alcuni maestri della fotografia. Nello scorso post ho raccontato la mostra di Elliott Erwitt a Forlì, oggi invece vorrei raccontarvi il mio "viaggio" tra i grandi protagonisti del passato in una mostra molto molto interessante.
I grandi maestri - 100 anni di fotografia Leica

Nel sontuoso complesso del Vittoriano, ala Brasini, va in scena la prosecuzione delle celebrazioni per i 100 anni di Leica.


Si passa dalla storia di Leica, all'esposizione di foto, riviste d'epoca, locandine ed immagini della fabbricazione di ottiche e macchine 35mm.
Oskar Barnack
Ur-Leica (riproduzione della prima 35mm Leica)
L'esposizione comprende circa 350 immagini suddivise per aree tematiche che hanno reso Leica il grande marchio della fotografia.  Si inizia, come scrivevo prima, dall'inizio della storia Leica e si passa per la nascita del fotogiornalismo, la fotografia umanista, il fotogio…

Elliott Erwitt a Forlì

Diverso tempo fa in un post avevo parlato della mia ammirazione per i lavori di Elliott Erwitt e di come mi avevano affascinato i suoi scatti: domenica 29 ottobre sono finalmente riuscito a vedere dal vivo questi lavori e devo dire che sono rimasto estasiato e divertito dalla sua creatività.
La mostra "Personae" si sta tenendo in questi giorni a Forlì presso i musei San Domenico e le foto di Erwitt rimarranno in mostra fino al  gennaio prossimo.
Una esposizione suddivisa in due parti: la prima in cui si troveranno le foto in bianco e nero, la secondo si potranno ammirare moltissimi scatti inediti a colori. Le foto sono 170 e scelte tutte dallo stesso autore dopo aver visionato circa 5.500 negativi e da questi scelte 500 foto, poi ridotte a 170 che sono state stampate ed esposte. 

Un pezzo di Ancona troppo spesso dimenticato...

... e poco valorizzato!
La costruzione dell'anfiteatro romano ad Ancona è cominciato nel periodo Augusteo e terminato sotto Traiano (già noto in città per il meraviglioso arco che si trova al porto). Perso nei secoli sotto le costruzioni (dall'età medievale fino ai giorni nostri) è tornato alla luce (escludendo il primo ritrovamento verso la fine del 1800) dopo la seconda guerra mondiale, ma solo dopo il terremoto del 1972 si è cominciato a scavare per riportarlo alla luce. Un pezzo di storia della mia città purtroppo poco curato, ma che ogni tanto decidono di riaprirlo con le guide che raccontano la sua storia.
Nel mese di ottobre sono stati 3 i weekend in cui si poteva visitare: è stato meraviglioso.

Cingoli - Ponte dell'Intagliata

Il nome ufficiale però è Ponte Romano: si trova ai piedi della diga del lago di Castriccioni, nel comune di Cingoli.