Passa ai contenuti principali

Il Cavaliere della Vera Croce


312 d.C. È la vigilia di una decisiva battaglia. Un angelo compare in sogno all'imperatore Costantino, gli mostra una grande croce di fuoco e gli dice: "In questo segno vincerai". Così accade. Costantino, in segno di riconoscenza, trova sotto il Golgota la Vera Croce, quella su cui è stato crocifisso Cristo, e gli costruisce intorno il Santo Sepolcro di Gerusalemme. Da allora, come un faro, la Croce guida la cristianità, elargisce miracoli e assicura la vittoria dei crociati in Terrasanta. Nessuna mano di infedele ha mai toccato quella reliquia...
Terrasanta, 1187. All'indomani della battaglia di Hattin, la terra trasuda del sangue dei cavalieri crociati massacrati dai Saraceni e il groviglio di corpi è tale che la collina sembra coperta da un unico immenso cadavere. Quando Morgenne apre gli occhi su quella carneficina si sente perduto: la Vera Croce è caduta nelle mani degli infedeli. Il Saladino non ha bisogno di altre armi per sconfiggere la cristianità e prendere Gerusalemme. Catturato dai Saraceni e torturato, sotto gli occhi inorriditi dei suoi compagni, Morgenne accetta di sputare sulla croce e di convertirsi all'Islam. Ma niente per lui ora è più importante che ritrovare la Sacra Reliquia e restituirla al papa. Il suo è un viaggio costellato di insidie e pericoli, in un mondo sospeso tra realtà e leggenda, dove la fede si deforma spesso in superstizione e il miracolo in magia. Tra oasi e deserto, accompagnato da Taqi, nipote del Saladino, dalla bella Cassiopea e da un bizzarro mercante di reliquie, Morgenne dovrà affrontare molti nemici. Templari alleati con la terribile setta degli Assassini, cavalieri folli di purezza e infine il nemico più grande, il dubbio, il dubbio atroce che la Vera Croce non sia altro che un miraggio, una chimera irraggiungibile...


Che dire di questo libro?! Per me, i libri storici, sono molto
difficoltosi da leggere, ma questo è stato tutto un altro leggere. A parte le
prime pagine in cui si presentano quasi tutti i personaggi insieme, il prosieguo
è veramente avvincente. Ogni pagina ti rapisce con qualche colpo di scena o con
qualche mini-avventura. Inoltre è un pezzo della buia storia dei Cristiani al
tempo dei Templari.

Il finale poi è alquanto sorprendente ed ho proprio
esclamato:"Nooooooo, ma perchè!?!"

Per chi ama il genere storico questo è un libro più che consigliato!!!

Commenti

  1. Finalmente la recensione!!!
    Quanto ci hai messo :P ??!!??

    RispondiElimina
  2. Ehehehehehehe... chiedo scusa, ma tra un casino ed un altro ho dovuto lasciarlo da parte qualche giorno... e poi cmq non sono veloce quanto te :P!!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Giorgia

Lo scorso 8 aprile ho partecipato all'ultimo workshop di ritratto utilizzando i flash a slitta staccati dalla macchina fotografica. Questa volta ho avuto il piacere di scattare alcune foto a Giorgia. Come nel caso di Natalia, devo dire che anche lei è stata parecchio paziente, simpatica e ci ha anche aiutato in alcuni casi, almeno nella parte che riguardava le pose da tenere. Anche questa è stata una gran bella esperienza e spero vivamente che la sua bellezza renda con le mie foto, perchè se non ci sono riuscito è tutta colpa mia, perchè credetemi che lei è realmente bella.


Ancona - La Grotta Azzurra

Ciao a tutti amici bloggers e non!!!

Come promesso nello scorso post, oggi vi riporto nella mia Ancona: in fondo per me Ancona è sempre Ancona, è la mia casa, per cui ogni tanto interrompo il mio viaggio fotografico con un po' di scatti della mia città!!! 

Questo è un giro fotografico partito dal Parco del Cardeto, di cui altre volte vi ho intrattenuto per cui non vi romperò più di tanto questa volta.

La Grotta Azzurra è una zona costiera che si trova proprio ai piedi del Parco del Cardeto ed è caratterizzata anche questa dalle grotte. In realtà tutta la zona del Passetto di Ancona è l'habitat di queste grotte. Originariamente costruite dai pescatori, ma poi sono diventate vere e proprie residenze estive degli anconetani!!!

Ma bando alle ciance e via con gli scatti!!!!!





























Into the wild

Questa sera volevo condividere con voi un altro film: un film che parla di libertà, che parla di solitudine, che parla di un viaggio alla scoperta di se stessi, che parla di terre selvagge!!!!!!!






Basato su una storia vera: la storia di chi ha deciso che tutto quello che ha non è abbastanza, vuole qualcosa che nessun altro ha mai avuto ancora!!!!

Se vuoi una cosa nella vita, datti da fare e prendila!!!!<--Cliccaci

Il mio incontro con questo film è avvenuto in una fredda sera di gennaio: erano le 22.30 quando sono entrato nel cinema. Leggevo che la fotografia era spettacolare, vedevo il trailer e tutto mi affascinava. Sono entrato nel cinema e ne sono uscito confuso, stordito e .... libero!!!! E' diventato il mio film, quello che non mi stancherei mai di vedere, perchè in fondo nel mio cuore mi sentivo un po' come Christopher!!!!